Storia

Il Coro Valpellice, con la forte spinta del suo ideatore Roberto Malan, è stato fondato nel 1958 sotto la direzione di Angelo Agazzani, al quale sono seguiti Silvio AvondettoEdgardo Paschetto, ancora Silvio Avondetto e, dal 1983, l’attuale direttore Ugo Cismondi.

Il coro, nato come “Coro Alpino Valpellice – Amicale del Canto Popolare e di Montagna” e modificatosi poi nel 1997 in “Coro Valpellice – Gruppo Vocale di Ispirazione Popolare”, passa, di giorno in giorno, di mese in mese, di anno in anno, dal cantare i canti legati alla tradizione valdese a quelli classici del canto popolare proposti dal Coro della SAT di Trento e poi ancora, evolvendosi musicalmente e calandosi sempre di più nelle esigenze del mondo che cambia, alle composizioni di Alfio Inselmini, di Bepi De Marzi, di Marco Maiero ed ai canti ormai diventati anch’essi di ispirazione popolare come quelli composti negli ultimi lustri del secolo scorso da cantautori italiani.

Il suo cantare di oggi è fatto di emozioni, di parole ancor prima della musica che ne è parte integrante, di comunicazione con il pubblico attraverso i cuori di chi esegue e di chi ascolta, di poesia, di amori, di pace, di fede: il suo cantare di oggi è la vita.

Dopo le esperienze maturate in sessanta anni di attività ininterrotta i coristi di oggi sono  pronti per cantare ancora,  con la consapevolezza che non ha più importanza in quale luogo ed in quale contesto ciò avviene, ma ha importanza il continuare a ritrovarsi per farlo, per studiare, per capire e per raccontare le storie di sempre con l’umiltà e con la saggezza di chi canta con il cuore, di chi canta le parole del vivere quotidiano, di chi canta la poesia e l’amore per la vita.